Isidore, storia di un naming

2010 :: ideazione naming, cliente: internet train.

Come potete leggere sul sito pinktree: “un nome anonimo non se lo ricorda nessuno. Un nome interessante, invece, è indimenticabile”. O almeno non è simile a nessun altro.

Vi racconto questo naming:
il cliente aveva bisogno di un naming per un servizio di internet corner wifi. Un naming semplice, che potesse poi essere declinato per i diversi contesti commerciali nei quali si attivava il servizio web. Non sembrava complesso ma la vasta offerta del settore tecnologico informatica aveva di molto saturato le possibilità linguistiche. Qualsiasi formula pensassi, esisteva già. Oppure non esisteva come prodotto ma esisteva come dominio e quindi non era utilizzabile.

Così, ho pensato a un nome proprio, un nome di persona, da associare a un personaggio creato ad hoc. Sapevo che la responsabile grafica di pinktree avrebbe gradito… In questo modo, avremmo potuto identificare in modo funny il servizio internet, attraverso un testimonial unico. Il nome però doveva avere un senso. E suonare bene anche.
Mumble mumble…

Ed ecco Isidore.

Semplice e calzante: Isidore, [ˈɪzɪdɔː(r)], si legge infatti come easy door, [ˈiːzɪ] [dɔː(r)] ovvero facile accesso.Il naming diventa quindi anche la promessa del servizio: una connessione senza problemi alla rete internet.

Isidore è nato nel 2011 da pinktree e attualmente vive qui.

Una risposta a “Isidore, storia di un naming

  1. Pingback: shoptellers, vetrine con la parlantina | alessia attanasio·

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...